InsightAgency

Vuoi aumentare le vendite del tuo negozio? Ecco come fare.


Gestire le vendite del proprio negozio o della propria attività e guadagnare non è sempre facile. Se avete aperto da poco la vostra attività e avete bisogno di qualche spunto per attirare l'attenzione dei clienti, in quest'articolo vedremo alcune tecniche di marketing molto efficaci che vi permetteranno sicuramente di aumentare le vostre vendite!

Gestire un negozio può non rivelarsi un’impresa facile. Non essere in grado infatti di saper usare e sfruttare appieno le varie strategie di marketing può essere letale per un negozio. La concorrenza con alcuni colossi online come Amazon.it Ã¨ ormai spietata. Scrive repubblica.it in merito ad Amazon:

“L’Italia è stato uno dei paesi dove il marketplace di Jeff Bezos è cresciuto di più. Nei dati di vendita c'è stato un incremento eccezionale da quando è iniziata la quarantena: oltre a "Fitness e Gym” - categoria che ha registrato il maggiore aumento delle vendite (347%) - nelle prime settimane di lockdown è cresciuto molto anche il settore Food & Beverage (fonte: CBRE Global Investors, Luglio 2020). Rispetto all’anno precedente le ricerche legate al grocery su Amazon sono aumentate del 207%: dal picco di marzo, il settore ha registrato una forte crescita complessiva che si estende per tutto l'anno con una variazione in tripla cifra (fonte: Xingu)”. 

Nonostante questi dati non dovete disperarvi: in questo post vedremo qualche strategia di marketing interessante che vi sarà di grande aiuto per il vostro negozio

Prima è necessario capire qual è il target al quale desiderate rivolgervi e farvi conoscere. Vediamo esattamente come questo avviene. 

Raggiungere i clienti: come fare e perché farlo 

Il primo passo da fare se avete appena avviato un’attività è quella di raggiungere il maggior numero di clienti possibile. Ci sono diverse tecniche di marketing per poter raggiungere quest’obiettivo: la prima è sicuramente organizzare un’operazione di volantinaggio. Distribuire i volantini vicino al luogo in cui si trova il vostro negozio o in zone dove c’è un grande via vai di gente come per esempio all’uscita di una metropolitana è sicuramente un'ottima idea. 

Si tratta di un’operazione molto importante per far conoscere il vostro negozio al pubblico là fuori!

Il volantino deve però essere in grado di convincere le persone a frequentare il vostro negozio. Oltre a renderlo bello esteticamente e graficamente, è utile applicare un buono sconto magari sul primo acquisto.

Gli sconti infatti attirano i clienti, il cui obiettivo è spesso quello di acquistare oggetti o indumenti nuovi al prezzo minore.

Se l'idea del volantinaggio non vi soddisfa, potete optare tranquillamente per degli annunci online. Molto importante anche aprire una pagina social in modo da tenere aggiornati i vostri clienti su tutte le novità in merito a cambiamenti di orario, nuova merce in arrivo ecc.

Vediamo adesso un’altra tecnica di marketing legata alla scontistica.

Il cross-selling e l’up-selling: come convincere i clienti all'acquisto 

Il cross-selling è una tecnica di marketing che mira a far acquistare al cliente uno o più prodotti in più ad un prezzo vantaggioso che hanno caratteristiche in comune con il prodotto che il cliente ha già intenzione di comprare. Un esempio banale è il seguente: se un potenziale acquirente intende acquistare un cellulare, perché non proporgli l’eventuale acquisto di una pellicola protettiva magari scontata?

L’attività di cross-selling si basa su questo. In questo modo il negozio aumenta chiaramente i propri guadagni offrendo un servizio in più al cliente ad un prezzo vantaggioso, invogliando le persone all’acquisto.

L'attività di cross-selling deve essere ben organizzata e non improvvisata. Se un cliente acquista un cellulare, ha poco senso proporgli l’acquisto di un paio di cuffie ad un prezzo minore poiché il cross-selling si rivelerebbe inefficace.

Applicare la strategia del cross-selling non è sempre facile: bisogna cogliere infatti il momento giusto in modo da non importunare il cliente e perdere addirittura la vendita del primo prodotto. Se però il cross-selling ha successo è possibile che il cliente tornerà nel vostro negozio per il prossimo acquisto.

L’up-selling è invece molto differente dal cross-selling. Se il cross-selling mira a far acquistare al cliente articoli che costano meno, l’up-selling è tutto il contrario. L’up-selling infatti è una strategia di marketing che spinge i clienti a comprare articoli più costosi rispetto a quelli che avevano precedentemente scelto. Questa tecnica si basa essenzialmente nell’offrire una variante del prodotto di una qualità superiore.

Un’ottima strategia di marketing per poter incrementare le vendite del proprio negozio è sicuramente quello di mescolare il cross-selling e l’up-selling.

Vediamo adesso un’altra tecnica fondamentale per attirare l'attenzione dei clienti.

Visual merchandising: come allestire al meglio la vetrina di un negozio

La vetrina è da considerare un po’ come il biglietto di presentazione del vostro negozio. Deve essere bene illuminata in modo da consentire ai clienti di vedere senza problemi gli articoli esposti e le loro caratteristiche.

Molto importante anche inserire i cartellini dei prezzi scritti in maniera chiara e ben visibile agli occhi delle persone.

È buona abitudine anche cambiare spesso gli articoli della vetrina a seconda dei periodi. Se stiamo parlando di un negozio di abbigliamento è sicuramente utile apportare delle modifiche alla vetrina durante il periodo natalizio ad esempio, oppure esporre i capi della nuova collezione.

L’allestimento di una vetrina rientra nell’ambito del visual merchandising, ovvero una tecnica di marketing che gioca sulla disposizione e l’illuminazione al fine di rendere più interessanti i prodotti in vendita in un negozio.

Non solo i prezzi e l'illuminazione sono molto importanti ma anche la disposizione stessa della merce deve essere chiara agli occhi dei passanti: se prendiamo nuovamente come esempio il negozio di abbigliamento è bene creare una netta divisione tra i capi per donne, uomini e bambini in modo da non creare confusione agli occhi dei possibili e futuri clienti.

Vediamo adesso un’altra strategia di marketing che può rivelarsi molto utile se volete incrementare le vendite del vostro negozio!

Creare una fidelity card

Una fidelity card spesso può rivelarsi molto utile per le persone che desiderano fare spesso acquisti nel vostro punto vendita.

Può essere utile sicuramente proporre la carta a costo zero e rendendo la procedura di creazione della tessera il più snella e semplice possibile. Per motivare il cliente a svolgere la procedura di compilazione, potreste decidere di riservare una serie di sconti solo a chi possiede la tessera. In questo modo potrete sicuramente ottenere maggiori guadagni dalle vostre vendite in negozio.

Per l’iscrizione è importante chiedere l'email: in questo modo i vostri clienti saranno sempre informati sugli sconti e l’arrivo di nuovi articoli. L'email infatti vi permetterà di essere in continuo contatto con i vostri clienti, anche coloro che non dispongono di un account social e non possono vedere gli aggiornamenti sulle vostre pagine online. 

La tessera è ancora usata in molti negozi, soprattutto nei supermercati, però bisogna ammettere che ultimamente la vendita online è decisamente aumentata. Vediamo dunque quanto è importante creare un sito Internet per aumentare lo smercio degli articoli del vostro negozio

Creare un sito Internet

Gli acquisti online sono aumentati soprattutto durante la pandemia. Per forza di cose, moltissime persone si sono dovute servire dei siti e-commerce anche solo per fare la spesa. Un buon sito Internet ha consentito inevitabilmente a molti punti vendita di poter sopravvivere.

Disporre di un sito online che mette in vendita gli articoli del vostro negozio è utile sempre, non solo durante i periodi di pandemia. Molte persone infatti non possono recarsi fisicamente nei negozi per varie ragioni come gli orari di lavoro e l'eccessiva distanza che separa il cliente dal negozio fisico ad esempio.

Questo strumento vi permette dunque di raggiungere sicuramente un maggior numero di persone e di aumentare il fatturato. Inoltre, gli acquisti online non sono assolutamente diminuiti dopo la pandemia. Scrive focuscommerce.it:

“Continua l’aumento dei dati relativi gli acquisti online anche nel primo trimestre del 2021. L’Italia cavalca l’onda registrando un +78%. Questo è quanto emerge dallo Shopping Index di Salesforce. Più nello specifico, le categorie di prodotti che hanno registrato la crescita di fatturato maggiore nel primo trimestre su base annua sono, in ordine, gli articoli sportivi (101%), gli elettrodomestici (96%) e le borse luxury (95%)”. 

Nonostante questi dati però è vero che molti negozi fanno fatica a vendere i loro prodotti anche a causa dell’enorme espansione continua di giganti dell'e-commerce come Amazon.

Se siete tra coloro che gestiscono un piccolo negozio non dovete però scoraggiarvi.

Vediamo adesso una strategia di marketing molto utile e semplice per poter continuare a vendere e ad aumentare il vostro ricavato!

Un piccolo negozio? Niente paura 

Non bisogna avere il timore di ammettere che si gestisce una piccola attività. Anzi, in alcuni casi si tratta di un vero e proprio vantaggio.

Mentre nei grandi siti di vendita online come ad esempio Amazon vengono venduti prodotti in serie e tutti uguali e che spesso arrivano dall'altra parte del mondo, i piccoli negozi possono contare sull’unicità dei loro articoli.

I cosiddetti “pezzi unici”, che siano capi di abbigliamento, accessori e oggetti vari, difficilmente è possibile trovarli online. Questo perché molto spesso si tratta anche di mestieri tramandati di padre in figlio con grande impegno e dedizione che si sono persi col tempo a causa di un maggiore sviluppo dell’industria e della tecnologia.

Prima di scoraggiarsi è inoltre importante ricordarsi che esistono clienti diversi con necessità diverse: sebbene molte persone comprino da siti online molto conosciuti anche per risparmiare, ce ne sono molte altre che preferiscono invece acquistare un prodotto fatto a mano e di una certa fattura o materiale.

Quando si gestisce dunque un piccolo negozio non bisogna assolutamente provare vergogna o mostrarsi timorosi del fallimento, ma valorizzare la propria unicità rispetto ad altri tipi di mercati e attività, creando così una rete di clienti fedeli.